Olio di CBD: cos’è e a cosa serve

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Salute
  • Commenti dell'articolo:0 commenti
Al momento stai visualizzando Olio di CBD: cos’è e a cosa serve

Cos’è l’olio di CBD

L’olio di CBD è un prodotto ottenuto dalla lavorazione della cannabis, una pianta nota per le sue proprietà mediche e psicotrope. Contiene cannabinoidi, sostanze chimiche presenti nella cannabis che agiscono sui recettori del sistema endocannabinoide del nostro corpo, modulando il dolore, l’appetito, l’umore e altre funzioni fisiologiche. L’olio di cannabis è spesso utilizzato come alternativa ai farmaci convenzionali per il trattamento di diverse condizioni mediche, come l’ansia, il dolore cronico, l’epilessia e il morbo di Crohn.

Vari tipi di olio di cannabis

Esistono diversi tipi di olio di cannabis, ognuno dei quali può avere caratteristiche e benefici differenti. Ad esempio, l’olio di CBD (cannabidiolo) è ricco di CBD, uno dei principali cannabinoidi presenti nella cannabis, ma povero di THC (tetraidrocannabinolo), il composto psicoattivo che causa gli effetti psicotropi della marijuana. L’olio di CBD è spesso utilizzato per trattare i sintomi di diverse condizioni mediche senza gli effetti psicotropi del THC. Al contrario, l’olio di THC è ricco di THC e può causare gli effetti psicotropi tipici della marijuana. L’olio di THC è spesso utilizzato per trattare il dolore cronico e altre condizioni mediche che rispondono bene al THC.

Esistono anche altri tipi di olio di cannabis, come l’olio di CBG (cannabigerolo) e l’olio di CBN (cannabinolo), ognuno dei quali può avere proprietà mediche specifiche.

Utilizzi dell’olio di cannabis

L’olio di cannabis viene utilizzato per trattare una vasta gamma di condizioni mediche, come l’ansia, il dolore cronico, l’epilessia, il morbo di Crohn e molti altre patologie autoimmuni come l’artrite reumatoide e l’artrite psoriasica. Alcuni studi hanno anche dimostrato che l’olio di cannabis può essere efficace nel trattamento del cancro, in particolare è utile nel ridurre i sintomi dei trattamenti convenzionali come la nausea e il vomito causati dalla chemioterapia. Inoltre, l’olio di cannabis può essere utilizzato per trattare i sintomi della menopausa, come gli sbalzi d’umore e il vampate di calore.

 

Cannabis Medica
100 domande e risposte
€ 15,00
carrello

 

Casi emblematici di guarigione grazie all’utilizzo del CBD oil

L’olio di cannabis è diventato sempre più popolare negli ultimi anni come alternativa naturale per il trattamento di diverse condizioni mediche, incluso il dolore cronico, l’epilessia e il morbo di Crohn. Ci sono numerosi casi di persone che hanno riportato significativi benefici per la loro salute utilizzando l’olio di cannabis. Eccone alcuni esempi:

    • Charlotte Figi era una bambina di Colorado affetta da epilessia resistente ai farmaci convenzionali. Dopo aver provato diversi trattamenti senza successo, i genitori di Charlotte hanno deciso di provare l’olio di cannabis. Dopo aver iniziato a prendere l’olio di CBD, Charlotte ha visto una notevole riduzione dei suoi attacchi epilettici e ha potuto smettere di prendere i farmaci convenzionali. La storia di Charlotte è diventata famosa in tutto il mondo e ha contribuito a far crescere l’interesse per l’olio di cannabis come trattamento per l’epilessia.

    • Jason David è un padre di famiglia di California che ha scoperto che il suo figlio di 7 anni, Jayden, era affetto da epilessia grave. Jason ha deciso di provare l’olio di CBD per trattare Jayden e ha visto una notevole riduzione degli attacchi epilettici del figlio. Jason ha poi fondato la società di olio di CBD “Hope for Health”, che fornisce olio di CBD a prezzi accessibili a chi ne ha bisogno.

    • Josh Stanley è un imprenditore di Colorado che ha creato l’azienda “Realm of Caring” per fornire olio di CBD a chi ne ha bisogno. Josh ha creato l’azienda dopo che il suo fratello, che soffriva di sclerosi multipla, ha visto significativi benefici nella sua salute utilizzando l’olio di CBD. Oggi, “Realm of Caring” fornisce olio di CBD a oltre 10.000 persone in tutto il mondo.

     

  • Questi sono solo alcuni esempi di casi di guarigione con l’olio di cannabis. Anche se ci sono ancora molti studi da fare sugli effetti dell’olio di cannabis sulla salute, molti individui hanno riportato benefici significativi utilizzando questo prodotto come alternativa naturale ai farmaci convenzionali.

    Rick Simpson Oil come cura per il cancro

    Rick Simpson è un uomo canadese noto per aver promosso l’uso dell’olio di cannabis come trattamento per diverse condizioni mediche, in particolare il cancro. Simpson ha sviluppato una tecnica di estrazione dell’olio di cannabis che utilizza il solvente chimico etere di petrolio, che ha poi utilizzato per trattare il suo cancro alla pelle. Dopo aver utilizzato l’olio di cannabis, Simpson ha riportato di aver visto una significativa riduzione delle sue lesioni tumorali e ha continuato a utilizzare l’olio di cannabis come trattamento per il suo cancro.

    Simpson ha poi iniziato a condividere la sua storia e a promuovere l’uso dell’olio di cannabis come trattamento per il cancro e altre condizioni mediche. Ha scritto un libro, “Run from the Cure”, che descrive la sua esperienza con l’olio di cannabis e ha anche creato il sito web “Phoenix Tears”, dove fornisce informazioni sull’olio di cannabis e su come farlo in casa. Nonostante ci siano ancora molti studi da fare sugli effetti dell’olio di cannabis sulla salute, molti individui hanno riportato benefici significativi utilizzando questo prodotto come alternativa naturale ai farmaci convenzionali.

Se volete approfondire la storia di Rick Simpson leggete qui.

Simpson è diventato una figura controversa nella comunità medica e nell’ambito della cannabis medicinale. Alcuni sostengono che le sue affermazioni sugli effetti dell’olio di cannabis sono esagerate, mentre altri sostengono che l’olio di cannabis ha effettivamente aiutato a trattare il loro cancro o altre condizioni mediche.

Numerosi studi hanno dimostrato che i cannabinoidi, presenti nella cannabis, possono avere proprietà anti-tumorali e possono aiutare a ridurre i sintomi dei trattamenti come la nausea e il vomito causati dalla chemioterapia.

Inoltre, è importante tenere presente che l’uso di olio di cannabis può essere associato a effetti collaterali, come sonnolenza, vertigini e aumento dell’appetito. È importante parlare con il proprio medico prima di iniziare a utilizzare l’olio di cannabis o qualsiasi altro trattamento a base di cannabis.

In conclusione, l’olio di cannabis è un prodotto ottenuto dalla lavorazione della cannabis e può essere utilizzato come alternativa naturale ai farmaci convenzionali per il trattamento di diverse condizioni mediche.

Anche se sono auspicabili ancora altri studi per approfondire sugli effetti dell’olio di cannabis sulla salute, molti individui hanno riportato benefici significativi utilizzando questo prodotto. Tuttavia, è importante tenere presente che l’olio di cannabis non è una cura per il cancro e non deve essere considerato un sostituto per il trattamento medico convenzionale.

CBD

 

Conclusioni

Il CBD è  considerato come un trattamento utilizzato dalla medicina integrativa per diverse condizioni cliniche.

Molti pazienti e medici scelgono di utilizzare il CBD come trattamento per il dolore cronico, l’ansia e il morbo di Crohn, poiché risulta meno invasivo e presenta meno effetti collaterali rispetto ai farmaci convenzionali. Inoltre, ci sono alcuni studi che suggeriscono che il CBD potrebbe avere un ruolo nel trattamento delle malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide e il lupus. Ricordiamo che è sempre importante parlare con il proprio medico prima di iniziare a utilizzare l’olio di CBD o qualsiasi altro trattamento a base di cannabis.

 

Lascia un commento